Un bellissimo libro che è innanzitutto uno spaccato di storia della città di Napoli. La Napoli della guerra e del suo popolo descritto anche nei suoi aspetti di costume (talvolta anche folcloristici) dove ci si immerge nella vita militante di una federazione comunista dedita con sacrificio e dedizione al lavoro politico a cominciare dai suoi autorevoli dirigenti (Cacciapuoti, Valenzi, Eugenio Reale e tanti altri). Inoltre spiega come Togliatti quando giunse a Napoli all’inizio dovette superare diffidenze (non tutti sapevano chi fosse) e divisioni che c’erano nel PCI di Napoli (due federazioni e due organizzazioni sindacali): riuscì a ricomporle mettendo in campo la sua intelligenza, la sua autorevolezza e una proposta politica che seppe sconfiggere sacche di estremismo che albergavano all’interno del Partito ed anche tra le forze di sinistra dentro e fuori il CLN.

C’è Togliatti!

Napoli 1944. I primi mesi di Togliatti in Italia,

di Maurizio Valenzi a cura di Pietro Gargano

Sellerio Editore Palermo, Anno 1995;

Pagine 184; euro 7,23

c'è togliatti